Mar 22 2011

Rigenerare il cloruro ferrico

Category: Elettronicaacecondor @ 22:57

cloruro_ferrico

Il cloruro ferrico è un sale, usato soprattutto in elettronica per l’incisione dei circuiti stampati.

Come tutti gli appassionati di elettronica fai da te sanno la sua capacità di “mangiare” il rame pian piano si esaurisce, vediamo come ravvirare la soluzione.

Senza entrare nelle reazioni chimiche che entrano in gioco passiamo subito alla rigenerazione.

Ripristiniamo l’acidità della soluzione, aggiungendo acido cloridrico HCl (acido muriatico) un po’ alla volta, in ambiente ventilato, proteggendo gli occhi e indossando guanti e una mascherina, mescolando la soluzione fino alla scomparsa del deposito sul fondo

E’ possibile migliorare la rigenerezione aggiungendo sostanze ossidanti, come acqua ossigenata, ipoclorito di sodio (candeggina), perclorato o clorato di potassio, acido nitrico.

Attenzione alle esalazioni di gas della reazioni, soprattutto di cloro.

Dopo alcune rigenrazioni sarà necessario togliere l’eccesso di acqua aggiunta tramite l’acido muriatico (e altre sostanza ossidanti aggiunte, come l’acqua ossigentata) mediante riscaldamente della soluzione e relativa evaporazione dell’acqua.

Ricordo che la soluzione di clururo ferrico riscaldata sarà maggiormente efficace.

ADOTTARE TUTTE LE PRECAUZIONI DEL CASO:

  • Lavorare solo con protezioni adeguate (occhiali, mascherina, guanti, abbigliamento).
  • Lavorare in ambiente ventilato e sicuro (lontano da bambini o animali).
  • In caso di contatto con occhi o pelle sciacquare abbondantemente con acqua corrente e consultare un medico.

Tag: , ,

Rispondi